+039 3337046552

Find a Room

When you want to be our guest ?

Memoriale di Brion

Memoriale di Brion e immerso nella campagna di San Vito di Altivole, a ridosso del cimitero cittadino sorge il Memoriale Brion. Il progetto di questo complesso funerario
monumentale fu commissionato nel 1969 all’architetto veneziano Carlo Scarpa
da Onorina Tomasin, moglie di Giuseppe Brion, fondatore e proprietario della
Brionvega, a seguito della morte improvvisa di quest’ultimo.
L’opera venne realizzata dal 1970 al 1978, anno della prematura scomparsa
di Carlo Scarpa, e terminata in seguito dai suoi collaboratori sui suoi disegni.

Il Memoriale di Brion, che oggi ospita le spoglie di entrambi i coniugi Brion e dei loro
familiari, si estende per circa 2400 metri quadrati nella forma di una “L ribaltata”
racchiuso da un muro di cinta inclinato ed è strutturato in cinque diversi edifici
in cemento armato, immersi nel verde:

i propilei all’ingresso, un corridoio che
conduce a una vasca d’acqua con un padiglioncino, l’arcosolio che come un
arco-ponte protegge le tombe di Onorina e Giuseppe, un’edicola dove sono
sepolti i familiari, una chiesetta cimiteriale.

Questa architettura, diventata simbolo dell’amore coniugale, è stata percepita
fin dalla sua costruzione come un luogo di meditazione e pace, silenzio e
bellezza aperto a tutti. Si presenta come un ambiente vitale e ricco, un’oasi di
pace. Lo stesso Carlo Scarpa ne parlava in questi termini:


«Questo è l’unico lavoro che vado a vedere volentieri, perché mi sembra di
aver conquistato il senso della campagna, come volevano i Brion. Tutti ci
vanno con molto affetto; i bambini giocano, i cani corrono: bisognerebbe fare
tutti i cimiteri così.»
Nei pressi del Memoriale è sepolto lo stesso Carlo Scarpa, con la moglie Nini
Lazzari.
Nel 2022 il Memoriale Brion è stato donato al FAI – Fondo per l’Ambiente
Italiano, dagli eredi Ennio e Donatella Brion, diventando il 70° bene del FAI –
Fondo per l’Ambiente italiano. https://fondoambiente.it/luoghi/memoriale-brion/

Memoriale di Brion